lezioni spettacolo

Shakespearando


Giulietta e la sua Balia, Oberon e Titania, Riccardo III, Macbeth e Lady Macbeth, i Becchini dell’Amleto, Re Lear, Tamora, Enrico V, Mercuzio e Puck…i personaggi noti e meno noti narrati dal Bardo e presentati attraverso le voci cangianti di due attrici, che ne racconteranno le avventure, le disavventure, i mali d’amore e le buffe peripezie, contestualizzando il tutto con la proposta di una comicissima Regina Elisabetta.

I bambini e le bambine, i ragazzi e le ragazze saranno chiamati ad intervenire non solo con le proprie domande, curiosità, competenze, ma anche provando a leggere insieme e “diventare” i personaggi narrati sotto la guida esperta delle due artiste, anche formatrici e pedagoghe teatrali.

Un semplice elemento per ciascun personaggio – sciarpe, cappelli, baffi e mantelli – e il corpo che si modifica, assieme alla voce, per trasformarsi in chi non si è.

Un grande gioco teatrale per scoprire le proprie capacità espressive e vestire i panni degli eroi e delle eroine shakespeariane, nell’anno dedicato al grande drammaturgo.


Alla scoperta del Teatro


“Alla scoperta del teatro” è:
-    Un viaggio dentro al teatro e ai Teatri, per esplorarne l’origine, la storia, la struttura, il funzionamento;
-    Una chiacchierata interattiva, che coinvolge i ragazzi e le ragazze in prima persona;
-    Un’occasione per conoscere, indagare e sperimentare la pluralità di mestieri e di competenze che compongono il fatto teatrale;
-    Un momento per emozionarsi;
-    Un’esperienza di formazione, collaborazione, condivisione.

Le attività si svolgeranno secondo un iter preciso, concepito nell’ottica della fruibilità e dell’interazione costante, così articolato:
a)    DIBATTITO:  Cos’è per voi il Teatro? Natura, valore sociale, pluralità di mestieri.
b)    ORIGINI DEL TEATRO: Dai riti tribali all’antica Grecia, sino all’epoca moderna e poi contemporanea, un intenso ed estremamente godibile excursus storico, artistico e antropologico.
c)    COME FUNZIONA OGGI: Analisi del significato sociale e della macchina produttiva culturale italiana. Esempi e “simulazioni d’impresa”.
d)    QUALCHE ASSAGGIO: Un attore e un’attrice proporranno una breve antologia di brani notevoli, estrapolati sia dal repertorio classico che da quello contemporaneo, per poi passare a brani originali, scritti direttamente da loro. Tutte le performance verranno analizzate e contestualizzate a beneficio della comprensione e dell’educazione alla visione.
e)     I PERCORSI: Entreremo nel merito dei vari mestieri del teatro, raccontando:
-    Il percorso formativo dei performer
-    Il mondo dell’illuminazione per la scena teatrale, ovvero: dipingere con la luce
-    La tecnica e la scenografia
-    L’organizzazione, la drammaturgia, la regia
f)    IMPROVVISAZIONE TEATRALE
Proporremo brevi esercizi teatrali atti a migliorare la coordinazione fisica, l’ascolto e la percezione dello spazio, e a dare la possibilità ai/alle partecipanti di sperimentarsi sul palcoscenico con indicazioni “all’impronta” tipiche degli stage di alta formazione.
Il numero massimo di studenti previsto (60) è ideale per una corretta fruizione/partecipazione dei ragazzi/delle ragazze e per una efficace interazione di tutti/e con i formatori.

“Alla scoperta del teatro” necessita di una struttura teatrale dotata di service audio e luci per essere realizzata. Finora è stata portata avanti con successo al Teatro del Lido di Ostia e al Teatro Tognazzi di Velletri.